Scrivo a te principe azzurro

Caro principe azzurro ho scritto tanto alle donne per cercare di renderle più consapevoli e anche per capire che davanti a te, che non trovi la camicia bianca in mezzo alle 10 azzurre, si devono rassegnare perché la tua vista è talmente selettiva che non ti permette di avere la visione d'insieme dell'armadio.

Ma oggi scrivo a te:
A te da cui tutti pretendono tanto e nessuno è mai contento di come sei.
Ti scrivo perché penso che sia importante che tu sappia una cosa importante.
La principessa ha solo bisogno che tu prenda il tuo cavallo salga le scale della torre o superi il bosco di rose spinose e vada a darle un bacio per farla risvegliare.
Poi non ti preoccupare, tu vai a giocare con gli altri principi, alla strega ci pensa da sola.
Ma non ti dimenticare quando torni di metterti dietro lo specchio, impostare la voce e dirle che è la più bella del reame.

Se cade tendile la mano e svegliala tutte le mattine con quel bacio che l'ha svegliata sulla torre.
Per il resto non ti preoccupare di niente, perché una donna così, può affrontare qualsiasi cosa...

E quando ti chiederà una mano ricordati che se volesse potrebbe fare da sola quel buco con il trapano, ma ci sei tu, e costruire il mondo insieme è più bello.
Quando non va a cena con un'amica e preferisce passare la sera con te, non è perché non si divertirebbe con l'amica, ma perché dedicare del tempo a voi è più bello.

Ricordati che non c'è niente che una donna non possa fare ma se vuole farlo con te sii felice e sappi che basta davvero poco per far si che continui ad essere principessa e non si trasformi nella signorina Rottermaier.

Un abbraccio, una carezza, una mano e "sei la più bella del reame"